Utilissimi consigli (non richiesti)

Terrorizzata dalle previsioni meteo, mi sono recentemente recata al più vicino centro Brico per fare, da vera pioniera, adeguata provvista di legname onde alimentare  la mia stufa a legna, così da passare i prossimi 10-12 giorni chiusa in casa, al calduccio a guardare film in bianco e nero mentre la fiamma scoppietta allegra nella mia efficientissima Oranier.

Mentre carico quegli 8-10 sacchi  da 30 kg di tronchetti nel capiente portabagagli del mio Kangoo (quella specie di cassonetto con le ruote che conduco con perizia e prudenza, e che mirabilmente rispecchia la mia personalità, ma che abbisognerebbe di un bell’intervento di bonifica interna…chi sale di solito si fa l’antitetanica. Ma questa è un’altra storia), sbuffando come un mantice sotto gli occhi esterrefatti dei 4-5 addetti (maschi) del negozio, e rischiando al tempo stesso di farmi andar giù un’ernia, un anzianissimo che-ne-sa-un-bel-po mi si avvicina, e – guardandosi bene dal darmi una mano! – sentenzia:

.
‘sciura, ma la sa no che da là ad Vernaula gh’è pien ad lègn?!’  (trad: o leggiadra ed affascinante signora, forse lei ignora che al di là della roggia Vernavola, che come tutti sanno traversa il parco cittadino, giacciono inutilizzati ingenti quantitativi di legname da fuoco, ivi lasciato in abbandono nel sottobosco, di cui niuno fa uso ?)
 .
‘le a la cata sù, la porta a ca, e poeu, con una resga, la fa di bei toc’  (lei, senza  tema, potrebbe convenientemente approvvigionarsene senza corrispondere alcuna mercede, e poscia, una volta giunta alla di lei magione, tramite l’ausilio di un attrezzo da falegname costituito da una lamiera robusta e dentellata, porzionare il raccolto in dimensioni più ridotte,  atte ad essere adeguatamente alloggiate nella camera di combustione del suo efficiente apparecchio di riscaldamento domestico ad alto rendimento).
.
‘poeu, quand clà fat di bei toc, i a mèta dentra a la casota, e bon!’ (dopodichè, l’eventuale eccedenza potrà essere agevolmente riposta all’interno di un’ apposito ambiente spazioso e riparato, magari in legno di pino, che io suggerisco debba essere posto all’esterno della sua abitazione, onde approvvigionarsene mano mano, alla bisogna) 
.
Ecco! Come dar torto all’insigne esperto di stoccaggio & utilizzo del legname da fuoco ?
.
Se non fosse che:
– a quanto ne so io raccogliere legna nel parco della Vernavola è VIETATO
– non possiedo una sega
– soprattutto non posseggo una CASOTTA (a meno che l’intraprendente ottuagenario non intendesse proprio definire ‘casotta’ l’appartamento dove abito, che non è grandissimo…) ove stoccare la legna (rubata) e fatta a tocchetti
.
D’altronde, che ci volete fare:  durante le feste i cantieri sono chiusi …

5 thoughts on “Utilissimi consigli (non richiesti)

  1. “Kangoo (quella specie di cassonetto con le ruote che conduco con perizia e prudenza” …. prudenza??? Prudenza????? Adesso ti chiamo….:)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *