Teoria del complotto

Siete depresse, a tratti disperate, per un motivo banalissimo e molto comune, che prima di voi ci è passata una quantità di gente pari al doppio della popolazione della Cina, e dopo di voi ce ne passerà altrettanta, e tutti son sopravvissuti… va bè, fatto sta che – ovviamente – siete un filo isteriche, ipersensibili, tutto si amplifica, e come vi girate c’è qualcosa che vi ricorda una circostanza felice e romantica, esoprattutto qualcuno che presenziava la circostanza medesima: un cartello, un’insegna, un ristorante, un colore di macchina (anche perchè stessimo parlato di un’auto color ottanio, per dire… ma macchine grigio argento quante ce n’è??), un pilone della luce, un gatto che miagola (perchè, avevamo forse un gatto? certo che no, eppure…) la striscia di mezzeria della carreggiata, il termosifone, l’autobus, il sussidiario,  il prosciutto cotto … insomma, la qualunque.

Ma soprattutto… la MALEDETTA MUSICA. Fateci caso: vi si è forse spezzato il cuore?  Tutti i vostri sogni sono andati in frantumi proprio come le stoviglie che lanciate contro il muro per disperazione ? La vostra dolce metà si è trasformata in un – centoventottesimo? Benissimo, tutti i cantautori d’Italia, compreso Guccini e Claudio Lolli (si collega via Skype dal Tibet) si riuniscono e fanno cartello contro di voi. E’ scientifico: per i tot mesi successivi alla vostra rottura tutti, ma proprio tutti i CD in uscita parleranno esattamente della vostra storia, in certi casi con nome e cognome. Come diavolo l’hanno saputo, mi domando io? Chi glielo è andato a raccontare ? Io no di certo! Vero, con qualcuno mi sono confidata..però non con Tiziano Ferro direttamente, per dire.. eppure lui sa. Tutto. E ne canta. Addirittura la canzone, con una sorta di preveggenza catastrofica, tipo profezia maya, l’ha scritta (e lanciata) un paio d’anni fa. Ma io prima non l’ho mai sentita, e adesso invece tutte le radio me la dedicano e me la strombazzano a destra e a manca…E non parlo mica solo di lui, eh! Tutti, anche i neomelodici napoletani, anche le canzoni di Studio Zeta, e perfino Radio Maria a volte passa delle robe che mi fan venire il magone (una per tutti: Symbolum 77).

E poi … ma le musichette d’attesa del telefono ?? Che fine hanno fatto il coro del Nabucco, l’aria sulla quarta corda,  la  Marcia Turca di Mozart, e i primi 20 secondi del primo movimento della primavera del buon Vivaldi a loop continuo ?? eh?? Dove sono finite ?

Com’è che adesso becco solo:  Elvis Presley che mi cinguetta ‘you are always on my mind’,  Adèle che mi comunica che ‘never mind I’ll find someone like you’, Withney Houston che urla a squarciagola ‘aaaiiiiiiii uilll olues looooooov iuuuuuuuuuu’, e soprattutto la maledetta Canzone dell’Amore perduto di De Andrè… Ma cazzo!! Cos’è, avete  troppi clienti e volete  farli suicidare  intanto che ‘l’interno da voi richiesto non è, al momento disponibile. Restate in attesa,  per non perdere la priorità  acquisita: nel frattempo, tagliatevi pure le vene, grazie! …  ma porcoggggiuda…

Ecco, tutto questo per giustificare il titolo. E’ la teoria del complotto.

8 thoughts on “Teoria del complotto

  1. sei fantastica! lo so che non dovrei ridere, ma non riesco a farne a meno! una così intelligente ironia ( o ironica intelligenza, fai tu!) non merita di rimanere sola a lungo. Il giusto tempo e l’equilibrio tornerà.
    un abbraccio.
    Marina

    • Grazie, Marina! Hai ragione, una così ironica intelligenza non lo merita. Ma è proprio il motivo per cui, invece, resterò sola. E piuttosto a lungo, credo.

      E nel frattempo proviamo a riderci su. Voi e io.

      • tu sei troppo esigente, è difficilissimo trovare un altro partner adeguato. Pero’ frequenti ambienti dove l’intelligenza non latita, chi sa mai… auguri

  2. io propongo LOVE IS A LOSING GAME di amy winehouse è quel tantino distruttiva che dà il colpo di grazia alla malinconia. :)))

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *