Raccolta differenziata

 

Non so voi, ma io provo una certa riluttanza nel gettar via le cose. Una specie di senso di repulsione mi prende quanto devo disfarmi di cose vetuste ed ormai inutilizzate.

Esempi pratici: i vestiti vecchi.

Ho lì delle robe anni 80, che bel periodo… pesavo 40 chili scarsi …, spalline di gommapiuma come se piovesse e guardandole penso, già col sacco nero dell’immondizia bello pronto in mano,  ‘mah.. magari un domani torna di moda’.  Ma speriamo di no, perdio!

Poi palpo la stoffa beige della gonnella a piegoni e medito: và che gabardèn! Roba così non ne fanno più.. cià aspetto ancora una stagione. Magari D&G l’anno prossimo rilancia il tartan, kilt lungo con lo spillone da balia e tutto.

E tengo lì.

O il montone beige che mettevo alle superiori: andavano abbondanti, mi va bene ancora adesso. Certo, sembro lo yeti… ma chi può dirlo, metti che torna la glaciazione io sono attrezzata.

E tengo lì.

Tanto ho un armadio a 9 ante. Pieno. Poi compro un collant nuovo e non so dove metterlo. Perché come apro un’anta mi rovina addosso lo scatolone della roba da sci seguito a ruota dall’esercito di scatole ordinett (da me diligentemente contrassegnate una per una con la scritta ‘varie’ oppure ‘roba mista’) che contengono svariate minigonne di raso lucido in cui inserisco agevolmente una coscia, dolcevita pallinati con motivi jacquard di cervi e fiocchi di neve, gonnelloni da zingara che mi arrivano fin sotto i talloni, e altre amenità fèscion la cui alienazione mi è impossibile. E fin qua…

 

Ma perché tengo lì anche il soffione della doccia che ho sostituito con un elegante getto da 35 cm di diametro in acciaio cromato??  che poi però siccome a casa mia non c’è abbastanza pressione vien giù una doccia che sembra che stia piovigginando e l’unico risultato è che mi increspano i capelli ma restano sporchi…

E perché tengo lì un vasetto di crema per pelli mature alla calendula che ho comprato per sbaglio e che puzza di cane bagnato? ho provato a mettermela, ma mi do fastidio da sola …

E perché tengo lì una dozzina di borsette che mi vergogno a buttare nel bidone perché temo che i netturbini ne ridano sbeffeggiandomi?

E perché tengo lì lampade, cornici, uno specchio rotto in un angolo (ma ovviamente inutilizzabile), reti di materasso, e altra oggettistica da robivecchi, ad ingombrarmi la cantina?

Eh? Perchè?

C’è da non dormirci la notte…