bizzarrie farmaceutiche

‘.. pensi che io vengo da Lodi ! Perchè Pavia è il meglio, per i rettili!’   dice la signora davanti a me al banco della farmacia. Tutti un passo indietro. Notiamo tutti ai suoi piedi una specie di contenitore porta-gatto coperto da un panno color rosa bigbabol. Tutti due passi indietro.

‘Ahemm… rettile tipo iguana o più tipo serpente?’ chiedo io, notoriamente faccia di merda e curiosa ben oltre ogni umano limite. ‘Serpente – risponde la signora amante degli animali a sangue freddo – vuole vederlo?’ e senza porre tempo in mezzo scosta il panno.

Tutti due passi indietro, attimo di pausa  e subito tutti tre passi avanti, cerchio serrato intorno al fenomeno (dall’alto mi sa che sembriamo una coreografia di nuoto sincronizzato tipo esther williams…) ed appare la Bestia!  Io mi aspettavo una roba tipo il Boa Che Ha Mangiato l’Elefante, di exuperiana memoria, ma sarà lo spazio ristretto che ne costringe le spire in 20 cm quadrati , sarà che è malato, fatto sta che a me sembra solo una grossa grossa merda marrone…

Tutti tre passi indietro, soprattutto la farmacista inorridita. Su la mano destra e ggggirare….

‘E’ un Boa Constrictor. Ha un carattere bellissimo’ dice la donna che predilige gli animali senza pelo e senza zampe

‘Ma in che senso?? ‘ chiedo io domandandomi al tempo stesso come si possa interagire con un boa constrictor. Che carattere vuoi che abbia?? Tenderà a stritolarti se appena appena può, o no?  Intanto tutti gli altri hanno perso l’uso della parola da che è apparso l’abitante dell’albero del bene del male.

‘Perchè di solito sono aggressivi.. ma lei no, lei è dolcissima’ conclude la signora il cui personaggio preferito del Libro della Giungla era certamente Kaa.

‘Ah. E cosa fa col serpente… per interagire, dico’

‘Niente. Lei passa tutto il giorno a dormire dopo aver mangiato, per digerire’

‘Secondo me le conveniva sposarsi allora. Conosco tanti uomini che interagiscono uguale’. Senza contare che in caso di malattia, si sarebbe risparmiata il viaggio fino a Pavia…