Ozioso Agosto

tanto ozioso che riporto un post che ho trovato sul blog www.chenestatodivalentino.splinder.com e che ben si addice al mio weekend d’inizio agosto nonché alla mia natura di madre oziosa (esempio pratico: non ho ancora comprato il libro dei compiti delle vacanze all’Infanta….)

Dal Manifesto del Genitore Ozioso di Tom Hodgkinson:

° Rifiutiamo l’idea che fare i genitori richieda fatica.

° Promettiamo di lasciare i bambini in pace.

° Il che significa lasciare in pace anche noi.

° Rifiutiamo il consumismo rampante.

° Leggiamogli poesie e storie fantastiche senza morale.

° Beviamo alcolici senza senso di colpa.

° Riempiamo la casa di musiche e risate.

° Rimaniamo a letto quanto è possibile.

° Lavoriamo il meno possibile, soprattutto quando sono piccoli il tempo è più importante dei soldi.

° Un casino felice è sempre meglio di un ordine infelice.

° Abbasso la scuola.

 

Primo di agosto

Cosa si fa: si prende il sole fuori in giardino, bagnandosi sovente con la canna dell’acqua, si lavano i nani da giardino (presenti fra i cespugli in numero di 3: essi si chiamano Angolo, Mongolo, e Miagolo) che ne hanno tanto bisogno, si dà da mangiare all’animale domestico (Whisky Saetta), si scambiano due chiacchiere con la moglie del carabiniere al piano di sopra che stende il bucato

Cosa non si fa: non si esce e  non ci si muove troppo. Non si sta svegli.

Cosa non si dovrebbe fare (ma poi….): non si cerca di mettere il guinzaglio a Whisky(eh, Infanta??!!! ci siamo capite?) , e non si pota il glicine senza guanti da giardino (morde)

Cosa si mangia: guazzetto tiepido di polipetti su pane carasau

Cosa non si mangia: la polenta, per esempio.. o il brodo!

Io trovo che agosto  inviti  all’ozio e al pesce in maniera veramente inesorabile.