Regali di natale (alcuni)

il regalo utile:  il portaombrelli in metallo damascato.  Utile specialmente perchè io non uso ombrelli. Però bello: peccato metterlo fuori dalla porta, e non potermene allietare la vista quando mi trovo all’interno della mia abitazione… certo, sono necessari degli occhiali da sole, per guardarlo, perché rimirando le audaci marezzature si rischia la cataratta…

il regalo frivolo: l’avvitatore a forma di pistola della Bosch, dentro la scatola di latta, dono dell’Infanta e del di lei genitore. Lo desideravo dall’anno scorso !! Non vedo l’ora di giocare alle Charlie’s Angels, sforacchiando in ogni dove piantando viti a stella!

il regalo culturale: l’abbonamento a Vanity Fair, settimanale che in realtà preferirei più scrivere che leggere. Il mio sogno è una rubrichetta tipo ‘I post di Barbie’, dove le mie avventure vengono diffuse a livello nazionale

il regalo ‘ma perchè?’: tre ettolitri di bagni schiuma, doccia shampoo, crema emolliente, crema idratante per il corpo, balsamo per il corpo, eccetera eccetera. Mi sorge il legittimo dubbio: ma ho le squame? emano un olezzo nauseabondo? i capelli mi grondano sebo e forfora?  A me pareva di no, ma evidentemente….

il regalo dell’ufficiale: che dire? mi son venuti i lacrimoni solo a leggere il biglietto.  Stante che incautamente una volta l’ho chiamato dall’aeroporto di Copenhagen dicendo ‘c’è un lettore MP3 a 37euro… lo compro?? e lui: ma no, aspetta…’  mi è arrivato un iPod nano, di colore viola e ultimissima generazione. L’Ufficiale sopravvaluta totalmente le mie capacità tecnologiche e di conservazione del bene. Sono già terrorizzata all’idea che possa a) cadermi  b) finirmi nell’acqua  c) sputtanarsi la memoria  d) essermi sottratto dall’Infanta che ha già decretato ‘è più figo del mio!’

Non ritenendo il dono bastevole, ha pensato di integrarlo donandomi del Tempo – diceva il  biglietto – Tempo insieme. Io l’ho inteso come un generico impegno a trovare più sovente modo e maniera di incastrare le reciproche presenze nelle vite complesse e articolate che entrambi conduciamo, intento nobilissimo e romantico oltre misura, per tacer della beltà del biglietto confezionato ad arte! Ma lui, più pratico, intendeva invece un fine settimana in montagna, con cene, colazioni  e pranzi a lume di candela, massaggi, ciaspole,  centro benessere e chi più ne ha più ne metta… che Uomo, eh?

E  io che gli ho regalato uno schiacciapatate, accompagnato dal biglietto ‘questo è per te, che come me sei amante del purè’…..

 

22 thoughts on “Regali di natale (alcuni)

  1. Ho regalato alla Torretta uno Smart Box Benessere per una persona da 69,90 euro ma evidentemente la Signorina che mi ha dato la confezione dopo che avevo pagato mi ha consegnato uno Smart Box Soggiorno Benessere per 2 da 189,90 euro (in effetti il colore è simile ed è facile confondersi).
    Decisamente una gran bella botta di culo!!!

  2. Da come Lei tratteggia il suo Gentiluomo, dotato com’é  d’ironia, avrà sorriso alla praticità del regalo.
    Afferma la sua premurosa vicinanza e consolida la sua acclarata concretezza per certi risvolti logisticofamigliari.

    Buon Anno a Lei e ricordi all’Infanta, cui vanno altrettanti auguri, di farle un breve corso di apprendimento (Ne sarà felice) e che iPod é suo e solo suo, in quanto raro e speciale sentimentalmente.

  3. Per Natale ho ricevuto un phon da mia madre ed un’agenda da mia sorella: dal Toto nulla, ovviamente, salvo una bella inkazzatura al posto del pranzo di Natale. E andiamo avanti così, seguitiamo a farci del male ;)
    Leela

  4. anche stavola mi sono mi sono venute le lacrime agli occhi non dalla commozione ma dal ridere!
    Mai io pensavo che il portomobrelli fosse uno scherzo, le analogie con tua nipote sono infinite, pure lei non usa l’ombrello neache sotto il diluvio universale.
    Quanto alle squame, effettivamente…………… dopo il regalo alla beauty farm, e le tonnellate di creme, io comincerei a pensarci su un po’!

    buon natale anche da me, che è da natale che ho l’influenza e mi sento uno straccio. Oggi è il primo giorno che non ho febbre, però una bella rinite invece si, e mi aspetto l’herpes da un momento all’altro.

  5. di  a tutti noi che  hai mentito! NON puoi avergli regalato uno schiacciapatate!!!! a meno che non fosse in argento  fatto a mano da un artigiano orafo! e finemente cesellato.

  6.  A me il puré garba un monte.Tutte le volte ne mangio un monte.
    Tutte le volte faccio il monte di puré.
    Evviva lo stiacciapatate, che si merita una delle mie MonoPlayList:

    -Rita Pavone    "My Name Is Potato"

    Mimì

  7. Però ce lo devi dire cosa altro hai regalato oltre allo schiacciapatate.

    e, comunque, c’è qualche analogia/riferimento nascosto ( ma neanche poi tanto) con la storia dei ‘tuberi arrosto’????

  8. Schiacciapatate VS iPod nano!!! Coppia spassosissima! :D
    Ottimi regali!
    E per quanto riguarda gli ettolitri di bagnoschiuma ecc ecc ecc… potresti sempre rifilarli all’infanta e provare a distrarla dal furto dell’iPod! ;)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *