Praga, arrivo!

Eccomi al gate della SkyEurope. Destinazione: Praga.

Cosa succede al gate? La prima cosa che salta all’occhio è che suona l’allarme, a ripetizione. E’ interessante notare che nessuno si scompone, tutti si comportano (me compresa) come se niente fosse. Io non so se devo fare l’isterica e manifestare la mia preoccupazione (AHHHHAAAAA !! L’ALLARMEEEE.. FUORI TUTTIIIIII’) o far finta di niente.

Per una questione di dignità opto per la seconda soluzione, anche se il UAA-UAA è assai molesto. E poi: chi mi dice non sia un allarme VERO? Magari al piano di sopra – perchè noi siamo confinati in una specie di seminterrato – sta succedendo il finimondo, passeggeri presi in ostaggio e via discorrendo, e noi qui belli tranquilli con queste facce che esprimono chiaramente un unico, comune pensiero: ma quando ci imbarcano??? Ad esempio, c’è uno appoggiato ad una parete, uguale sputato a Franco Battiato da giovane, che si tappa l’orecchio col dito, ma lo sguardo tipico del passeggero in attesa di imbarco ce l’ha lo stesso!

Stavolta parto per Praga carica di aspettative… ad esempio mi immagino:

a) l’autista dell’hotel che verrà a prelevarmi in aeroporto, in livrea e guanti bianchi tipo lacchè,  col cartello in mano con su scritto IL MIO NOME! Che figata!

b) l’hotel superlusso, e siccome è rimasta libera solo la suite imperiale – due piani, letto in mansarda e jacuzzi – la danno a me ‘enjoy, madame..’

c) finestra con vista sul Ponte Carlo, che dista solo 10 passi 10. Posso andarci anche con gli stivali taccati.

d) negozi aperti fino alle 23.00. E ci sono i saldi!

e) Mercatini di Natale favolosi, pieni zeppi di oggetti ricercati di preziosa e rara manifattura, a prezzi ridicoli, tipo europa dell’est di 20 anni fa

f) la riunione finisce, inspiegabilmente, due ore prima del previsto, consentendomi di andarmene a zonzo alla ricerca dei regali di natale mancanti, che quindi acquisterò in loco, ottimizzando il tempo della trasferta e in più risparmiando tantissimo!

Vedo già, la mattina di Natale, parenti ed amici che aprono il loro pacchettino e, estasiati, esclamano: ME-RA-VI-GLIO-SO!  Ma dove l’hai trovato?? non dirmelo…ma sssì.. ALLA FIERA DELL’ARTIGIANATO!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *