La cavalleria non è morta

L’ho vista di sfuggita, sfrecciandole accanto al volante della mia twingo truccata.
Era lì, sul ciglio della strada con gli stivali taccati, un bel cappottino fèscion, truccata anche lei – meno della mia twingo – che immobile, con in mano una pochette superelegante e l’aria affranta, fissava la scena.
Era lì, con l’auto parcheggiata in bilico su tre ruote e un cric (tecnicamente: martinetto. Però noi a casa nostra lo chiamiamo girobacchino…)
Dietro la sua auto 2 – due -dos- two-deux-zwei  auto, parcheggiate anch’esse, con le doppie frecce,  ma complete di 4 pneumatici cadauna.
2 – due – dos – two – deux – zwei  maschi adeguatamente rivestiti di panciotto fosforescente d’obbligatoria ordinanza si affaccendavano intorno al girobacchino, onde sostituirlo prontamente con la ruota di scorta e permettere così alla donzella di proseguire il suo viaggio verso chissà dove senza ulteriori indugi (per come era vestita e  per l’orario secondo me andava a un brunch in centro a milano, dove avrebbe mangiato un biscotto integrale pucciato in una tazza di acqua calda senza zucchero).
Cosa si saranno aspettati in cambio? il numero del cellu? un fazzoletto di trina da tenere sul cuore sospirando? Eterna gratitudine? La sua patatina?
Chi lo sa…. Certo che lei era uno spettacolo, ferma lì sul lato della scena senza neanche sporcarsi un pochino di catrame…
 
Quanta differenza rispetto all’ultima volta che ho bucato io: sola e raminga lungo la statale, che saltavo a piedi pari come un canguro sul cric smadonnando, smoccolando e pensando ‘MA CAZZO! Non si ferma un cane… fa niente!! Ce le faccio da sola ! Ce la faccio da sola ! SSSI, ce la posso fare!’
E al termine dell’operazione – mani impastate di morchia, unghie rotte, ascelle pezzate per lo sforzo, trucco sfatto e copricerchione perso perchè è volato via – ho pure pensato ‘UAU! CHE FIGA CHE SONO!
 
Seeeee … che IMBECILLE, piuttosto! .. O forse.. CHE RACCHIA!

23 thoughts on “La cavalleria non è morta

  1. ma no…quale racchia? Sicuramente non avevi l’aria di dover partecipare ad un branch, o ad un breafing, ad un meeting, ad un breafing, ad un footing, o ad un management master,
    mi torna in mente quella simpatica canzone di Vecchioni "voglio  una donna con la gonna".
    bacio
    Sherwood

  2. E’ successo anche a me. E non si è fermato manco un cane. Forse non avevo abbastanza l’aria di  "Oddio se mi si spezza un’unghia come farò a sopravvivere?" Comunque concordo sul sentirsi figa alla fine, anzi, di più. ;-DD
    A.

  3. Ciao, ti leggo spesso ma non commento mai.. ma oggi mi sento di portare pregnante testimonianza.
    A me è successo 2 volte in condizioni di pheegaggine decisamente differenti:
    -il tailleurino inizio anni 90 (quelli aderentissini con giacchino  e gonna effetto pellicola da cucina) ha prodotto 3 dico 3 solerti maschietti con range di età piuttosto ampio, con successiva offerta di 1caffè, 2cena,3 viaggio in Costarica.
    -il fuseau rosa suino con maglietta larga raffigurante palmizi e "ciappo" fermacapelli ha prodotto uno strappo al fuseau a livello ginocchio e un dito schiacciato.
    Sic transit gloria mundi….
    Elisabetta di StellePorcelle

  4. ciao,ti leggo da qualche giorno e mi diverto molto!
    che dire…si sa che gli uomini ascoltano solo i loro ormoni….
    pero’ sei brava…io non sono mai riuscita a svitare i bulloni della ruota!!

  5. Oltre che uomo,  poi doveva essere anche intraprendente, pensa se ti si fermava Carlo Verdone e pretendeva l’intervento ACI o qualche principe del foro pronto a chiedere i danni al proprietario della strada.

  6. Uno: magari erano amici suoi ai quali ha telefonato
    due: ha chiesto apertamente aiuto
    Certo la cavalleria non è morta….ma difficilmente uno ha piacere di sporcarsi le mani!
    Poi tu ti sei arrangiata?…quindi sei la meglio!!!
    Ciao e grazie per avermi aggiunta come amica…ora ti aggiungo pure io!

  7. Sorrido e non per crudeltà maschile, alla sua disavventura stradale. Non so della sua stagione, un mio cambio avvenne sotto la neve, ricordo che fu un’esperienza mistica.
    No, sorrido pensando, non ai due mambruchi, che sicuramente avranno dovuto giustificarsi e quelle giustificazioni ed eventuali narrazioni tra sodali, mi fanno sbellicare.
    Pensa all’incauta stivalata mademoiselle, che deve trovare sempre qualcuno o qualcosa che la tragga d’impaccio.
    Un suggeritore simultaneo, un traduttore ipso facto di ogni sua occhiata, di ogni accenno.
    Finché il fisico regge, naturalmente!

  8. Io quando buco chiamo al cell il mio meccanico…Lui viene e mi cambia la gomma…solo quella. Anche se spesso fa battute su altre cose da "montare". Ma finchè son battute e corre a cambiarmi le gomme o soccorrermi…meglio che aspettare che si fermi qualcuno ehehe. Dopotutto nessuno può impedirgli di sperare di riuscire in altro no? Un sorriso

  9. qualche buontempone in vena di scherzi imbecilli qualche anno fa mi faceva trovare con la gomma a terra ogni sabato quando avevo le bimbe piccole in auto e sempre piuttosto lontana da casa.
    La prima volta mi feci male con la chiave in dotazione alla mia vecchia "uno fire" e mi arrabbiai moltissimo vedendo maschietti sfaccendati fermarsi a guardare(ribadisco:solo guardare)la scena reputandola divertente.
    Così sporca com’ero andai in un negozio di autoricambi e comprai la crociera,pratica e maneggevole.
    Dopo 4 o 5 volte non facevo ridere più tanto ero diventata veloce,il buontempone si mise in pace,e…chiunque sia,vorrei ringraziarlo perchè adesso le signorine"oddio qualcuno mi aiuti"posso permettermi di guardarle dall’alto in basso…

  10. Ciao e grazie per l’invito! Molto divertente la scenetta, a me è capitato una volta in autostrada, avevo la ‘vecchia’ 500 e si fermò un camionista; fu un vero tesoro, mi cambiò la gomma e io, al successivo autogrill, gli ofrii un caffè…giuro non pretese altro!

  11. Non aiuterò mai una donna a cambiare una gomma. 

    Nessun rapporto sessuale mi ripagherebbe della fatica, ed anche se mi ripagasse e mi venisse accordato sarei troppo stanco per poterne approfittare.

    Ma se mai dovesse accadere (non accadrà, ma se mai dovesse) che io cambio una ruota ad una fanciulla e questa non si rende disponibile ad una prestazione sessuale a mio piacimento, giuro, la porto in tribunale e la denuncio per truffa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *