Cronache di Natale

Ma ora che è finito… non le vogliamo spendere due parole sul Natale?
Ma ssssì, via, spendiamole!  Un Natale in casa Barbie leggermente fuori dalla norma: intanto la Super Zia – che notoriamente sappiamo pranzare puntuale come un cronometro svizzero alle ore 12.30 – è arrivata a casa mia, luogo prescelto per il pastone natalizio, con 3-4 minuti di ritardo, complice anche il fatto che io l’ho chiamata alle 12.15 dicendo: ‘per piacere, non arrivare troppo puntuale, perché sono ancora in alto mare’.
Fatto sta che la Superzia, con intera famiglia al seguito, si è palesata antipasti-dotata carica di spirito natalizio, energia e profumo. Praticamente ci aveva fatto il bagno dentro (si, adesso dirà che non è vero, firmandosi come Utente Anonimo… non credeteci: ci si era fatta il bagno dentro, e se lo dico è perché è vero. Perfino i ravioli in brodo sapevano di Eau de SuperTante n.1).
Altre interessanti peculiarità della Superzia sono le seguenti: se si spezza un’unghia a tavola non esista a tirare fuori il set da manicure, smalto compreso,  e si rimette a posto tutto prima dell’arrivo della portata successiva; se viene servita per prima, attacca subito a sbranare la sua porzione e prima che il sesto commensale sia servito ha spazzolato tutto, e quindi poi guarda gli altri 5 mangiare. O eventualmente passa direttamente al caffè, se ne ha voglia.

Altre anomalie ed amenità del Natale corrente sono state:

  1. il regalo della SuperZia al suo gentil consorte, il Cognato Contadino: gli ha regalato un arco con le frecce. E non è neanche Robin Hood. Domande sorte spontanee: ma serve il porto d’armi, per tenere in casa l’arco e le frecce?? Me lo presti? Ci vai a caccia?   …E poi, secondo me gli doveva regalare anche il diadema di piume colorate… o no?
  2. ho ricevuto in dono una fortuna in forma di buono-da-spendere-in-abbigliamento.. Domanda sorta spontanea: ma mi vesto male? che a mia insaputa abbiano già chiamato Ma come ti vesti??  Fatto sta che come proposito 2011 n. 1 abbiamo: rifarci il guardaroba
  3. la tradizionale rievocazione di quella volta che la Nonna Sprint, notoriamente insonne, nel cuore della notte vide dalla finestra uscire dal cancello di casa un ladro, tipo Bassotto 167-671 con mascherina e – soprattutto – grosso sacco sulle spalle carico di refurtiva proveniente dalla cantina (tra cui svariati salami di Varzi e diverse bottiglie di Bonarda frizzantone), e NON chiamò i Carabinieri perché ‘..erano le 3 di notte, non volevo disturbare’. L’episodio viene rievocato puntualmente a tutte le riunioni di famiglia, e suscita ogni volte le più matte risate
  4. ogni anno la Nonna Sprint giunti al dolce – obbligatoriamente Panettone, con canditi e tutto, senza contaminazioni del cavolo tipo pezzi di cioccolato fondente o roba simile – servito rigorosamente con crema al mascarpone…che la SuperZia tenta sempre di trasformare in qualcosa di diverso al grido di ‘è troppo pesante! Non puoi farla con la ricotta / il philadelphia / lo yocca / lo yogurt / il latte scremato / l’acqua  al posto del mascarpone??… tutti tentativi che lei ha fatto veramente e che ha cercato di propinarci al grido di ‘non si nota la differenza!! Sembra U-G-U-A-L-E al mascarpone! E intanto versa una broda liquida di colore indefinito che sta alla crema come  la merda al cioccolato… mi son persa.. cos’è che stavo dicendo?? Ah, sì! La NonnaSprint solitamente domanda: ma Barbie, come mai il panettone? Ma a te non piaceva il pandoro? Ecco, erano  42 natali che me lo domandava.  E ovviamente io il pandoro non lo voglio vedere neanche in cartolina. Quest'anno invece no. Non so se l'ha finalmente capito, o se si è dimenticata di essersi dimenticata che a me piace il panettone..

 

… E Buon Natale a tutti!

7 thoughts on “Cronache di Natale

  1. Sono la Superzia,  questo è uno dei post piu esilaranti.
    Ma quello che mi ha fatto piu ridere è stato su Facebook, dove l'Infanta ha fatto un link con
    'CONCERTO PRIVATO PRIVATO PER I PARENTI DURANTE UNA FESTA, SENZA ESSERE PREPARATI'
    Troppo bello.

    Non è vero che ho fatto il bagno dentro a 'INSOLENCE' di Guernier, il fatto è che finalmente un profumo che si sente SEMPre, e non solo per i 4 min dopo che te lo sei messo.

    Cmq grazie per l'ospitalità e per i regali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *