Chi dorme non piglia pesci

Ho qualche problemuccio col sonno.
(e anche uno con l’alcol, a dire il vero. Ma ve ne parlo un altro giorno).
Dicevamo: io, per dormire (e neanche ‘per dormire bene’. Per dormire, tout court) ho bisogno:

  • di un materasso comodo (o di un sofà molto confortevole) preferibilmente in lattice a memoria di forma
  • di buio semi-assoluto. Total black no, mi vien l’ansia. Diciamo un’atmosfera grigio-antracite scuro, per capirci
  • di trovarmi in posizione perfettamente orizzontale, dalla punta dei piedi alla punta dei capelli passando per il centro. Angoli inferiori a 180° (angolo giro – misura presa tra alluce sx e 7° chackra) NON sono accettabili. ça va sans dire che non dormo seduta, semi-sdraiata, appoggiata ad un albero o qualsivoglia supporto autoportante
  • di NESSUN contatto fisico
  • di silenzio assoluto. E per assoluto intendo che non tollero di avere alcuno che respiri nella stessa stanza dove dormo.  Un letto King Size ben piazzato nella morgue ?  Volentieri, grazie (non c’è neanche bisogno di tirare giù le tapparelle, tanto di solito è nel sottosuolo). Lo stesso giaciglio nell’Imperial Suite dell’Hotel  Ritz Place Vendome – Paris però con dentro uno, magari pure aitante, che  russa anche solo un pochettino ? Non se ne parla!  Prendo una singola al motel, piuttosto. Preferisco. (e questo spiega perchè mi ritrovi ancora single alla mia età…)
Non dormo in macchina, nè in pullman, nè in treno, men che meno in aereo (neanche i voli transcontinentali) neanche dopo aver assunto dosi massicce di xamanina, buttata giù con catinate di valeriana, della melatonina rido a crepapelle, senza almeno 4 sacchettini di tappi per le orecchie non esco di casa neanche per andare a far la spesa alla Coop…  insomma: l’ideale per me sarebbe la vasca di deprivazione sensoriale, ma mi accontento anche di un sacello ben sigillato, tipo vampiro.
.
Tutto questo ampissimo preambolo per dire che certi personaggi che riescono a dormire ovunque mi destano un’invidia infinita:  tipo l’Infanta, ad esempio, la quale, memore dei suoi trascorsi neonatali, dormiente e deambulante in passeggini e carrozzine, non appena la metti 5 minuti su un mezzo pubblico o privato, purchè semovente, cade immediatamente in catalessi e raggiunge la fase rem in tempo zero.
.
Ma ancor più invidio coloro i quali nell’ora di punta (13.15) davanti ad una vetrata orientata a sud, col un bel sole primaverile, nel bel mezzo di un locale pieno di gente e di bambini vocianti decidono di farsi una bella pennichella, e cadono ipso facto nelle braccia di Morfeo totalmente  incuranti del mondo intorno.
.
Tipo questo personaggio qui sotto.
(notate la mascherina)
.
Immagine2
 Malpensa, Burger King – ore 13.15 26 Marzo 2014

 

3 thoughts on “Chi dorme non piglia pesci

  1. durante la mia prima vacanza da sola VOLEVO fare le ore piccole, ma non ci ero abituata e il sonno era più forte di me. c’è una foto che mi ritrae mentre russo sdraiata sulla cassa della discoteca!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *