Barbie’s back!

Alcune cose che abbiamo visto in vacanza:
– serpenti surgelati nel freezer del duty free dell’aeroporto
– miliardi e miliardi di scooter con a bordo famiglie intere, masserizie, animali vivi, tubi da 2 metri e oltre, panchine, casse di uova, cucine semovibili e molto altro
– il frutto delle tartarughe ninja (credo)
– fiumi enormi color marrone, sui quali abbiamo pure navigato in barche a remi
– altri serpenti, stavolta in salamoia dentro grossi vasi in ristoranti di dubbia qualità, dove il pavimento è coperto di ossa di pollo e altri residui di cibo che qui da noi metteremmo nell’umido, e non sul pavimento di casa
– risaie & mondine
– montagne immerse nelle nubi, per via di un merdosissimo tifone che passava per di lì
– bambini nudi, anziani rugosisissimi, minoranze etniche coi vestiti colorati, donne che filano la canapa davanti alla porta di casa
– rane giganti e tartarughe orrende col collo retrattile  (che poi abbiamo anche rivisto su un menu)
– la scritta sul voucher del treno ‘presentarsi almeno un’ora prima’. Peccato che invece noi l’abbiamo letta solo al nostro ingresso in stazione,  tre minuti prima della partenza
– baie meravigliose, con montagne verdi che escono dall’acqua, meduse giganti, aquile scolpite nell’ananasso
– ostriche con dentro la perla
– una caverna con stalattiti giganti dove fino a pochi anni fa ci viveva dentro della gente
– un’altra caverna invece adibita a tempio buddista
– vestiti marca ‘Robert Kaballi ‘ e anche ‘Calvain Skelin’
– un monastero, con un monaco che somigliava tantissimo al Dalai Lama, ma non era lui, che presedieva un pranzo comunitario con altri 30 monaci, di rango evidentemente inferiore
– topi, scarafaggi, due elefanti, un pitone vivo che perdeva la pelle (io gliene ho staccata un bel po’, con mio enorme sollazzo!)
– l’Infanta e l’Ufficiale appesi ad un parapendio trainato da un motoscafo
– 3 puntate di una situation comedy spassosissima con gli attori di Little Britain che si chiama ‘Fly with us’
– acquazzoni violentissimi, tipo doccia ad alta pressione,  che se li becchi per strada torni zuppo da capo a piedi
– degli alberghi faraonici dove la nostra stanza era più grande della hall ed assai più sontuosa, ma costava due soldi
– delle stamberghe fatiscenti che abbiamo disinfestato personalmente con un bombolone di spray di insetticida nucleare, che costavano però come l’albergo di cui sopra
– neanche una zanzara
– la morte in faccia, tutte le volte che abbiamo cercato di attravesare la strada
e per finire, se non avete ancora capito dove siamo stati,
– lo straordinario spettacolo delle marionette sull’acqua
Allora, chi indovina dov’è che  sono stati Barbie, Ufficiale e Infanta ?

10 thoughts on “Barbie’s back!

  1. Buongiorno! Scustate se usurpo lo spazio dei commenti per questioni professionali, ma non ho trovato altro modo per contattarvi.

    Il sito è veramente interessante, sia dal punto di vista dei contenuti e della grafica, sia da quello “informatico”. Gli articoli sono piacevoli da leggere, aggiornati, divertenti ed appasionati (pure scritti in ottimo italiano, cosa che accade di rado). Impossibile non sorridere!

    Immagino che di complimenti per il vostro sito ne abbiate già ricevuti a bizzeffe quindi andiamo al punto: la web page è molto interessante quindi se siete d’accordo la proporrei all’azienda per cui lavoro, che eroga servizi di web marketing e SEO. Vorrei proporvi una modalità pubblicitaria diversa da quella generalmente considerata.

    L’azienda acquista per conto dei suoi clienti piccole frasi o parole all’interno degli articoli o dei post del sito, creando un link che collega il vostro sito con quello del cliente. I clienti sono accuaratamente selezionati e strettamente inerenti all’argomento del post quindi niente coollegamenti con siti di poker o porno o robaccia simile. La procedura è del tutto indolore per il sito che mantiene inalterata attività , struttura ed argomenti.
    Collaborando con noi riuscireste ad avere una piccola entrata mensile, a seconda di quanti e quali link verrano inseriti, che permetterebbe al sito di sostenersi. Nel vostro caso penso assolutamente non necessario, ma la collaborazione non comporta alcuno sforzo o lavoro da parte del publisher quindi comunque interessante.

    Scrivetemi pure per ogni dubbio, sarò felice di rispondere anche a vostre semplici curiosità.

    Giulia

  2. mmm…nepal? vietnam? india? cina?
    potrebbe essere ognuno di questi stati.
    ma più probabilmente nepal o india.

    qualunque fosse, hai fatto bene ad andarci!

    • Scarlett: :-) scuoiato è una parola grossa! stava facendo la muta, e tu potevi tiragli via lunghe strisce di pelle morta (tipo quando sei al mare e lo fai col fidanzato, hai presente ??)

      x tutti: yes, avete indovinato praticamente tutti: eravamo in Vietnam !!

  3. ciao! posso chiederti una cosa, anche se probabilmente non leggerò la risposta in tempo? visto che l’aeroporto di amsterdam (schiFol) ti è sicuramente familiare, vorrei un consiglio. io ho un volo klm da schiFol alle 10:15 di mattina (del 24 ottobre, tante volte tu fossi in zona!). solo che, ahimé, io vivo a bruxelles, non ad amsterdam! onderagionpercui dovrò prendermi un treno all’alba da bruxelles per raggiungere schiFol. ho il bagaglio, quindi dovrò pure fare il check-in. opzioni:
    A) IC con arrivo alle 08:58
    B) IC+FYRA (cambio a rotterdam con tempi stretti, la escluderei) con arrivo alle 08:47
    C) THALYS con arrivo alle 09:28.
    l’aeroporto di schiFol è GRANDE, vero? quindi devo prendere l’orribile opzione A (costa di più, ci mette di più e parte all’alba), vero? o secondo te addirittura rischio di perdere l’aereo anche con l’opzione A?
    grazie!!!

  4. ps: se l’esperienza scuoia il pitone ti è piaciuta ti informo che all’acquario di Genova nelle stanze sotterranee fanno fare la muta ai serpenti…
    se vuoi andare ad aiutare penso che te ne saranno grati! :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *