Altri tipi di Viaggiat(t)ori

Come mi pare di aver già più e più volte sottolineato, io parlo con tutti.

Anche con i gatti, con tutti vu cumprà della città, con i tassisti, coi conducenti dei mezzi pubblici, con gli zingari (con uno zingaro recentemente ci ho pure ballato un valzer in una piazzetta.. un suo amico, zingaro pure lui, suonava l’organetto e noi ballavamo. Ballava benissimo!), insomma sono una persona molesta che vuole a tutti costi interagire e ficcare il naso nei fatti altrui.

Comunque: ieri, in una nota focacceria pavese, ove mi trovavo per rimpinzarmi di delizie genovesi, mi sono trovata faccia a faccia con due anzianotti abbronzatissimi, provvisti di zaini di dimensioni gigantesche, bastoncini e cappello a tesa larga.

Istantaneamente attacco bottone col più paonazzo dei due, più vicino ai settanta che ai sessanta che, evidentemente,è un molestatore cronico come me e non vede l’ora di raccontarmi la sua storia: partito da Londra, in primavera da solo, sul cammino di Sigerico, è arrivato ad Ivrea dopo un paio di mesi, dove ha fatto tappa da parenti, ed è poi ripartito a fine agosto verso Roma, dove prevede di arrivare alla fine del mese.

Partito solo, incontra altri viandanti come lui per strada e percorre in compagnia alcuni tratti di cammino: per esempio adesso è accompagnato da un tipo tedesco, con cui comunica agevolmente, a dispetto del fatto che nessuno dei due parla la lingua dell’altro. Prima di lui c’era un olandese.

Prima ancora, durante il cammino di Santiago che ha, ovviamente, già fatto, c’era un austriaco che adesso ogni tanto viene a fare le vacanze in italia a casa sua.

 Il tedesco si fermerà prima di Roma, da conoscenti. Lui proseguirà inizialmente solo, poi certamente si unirà ad altri nuovi amici di zaino.

‘Sono in pensione, sto bene. Cammino.’ mi dice, confidandomi poi che il prossimo anno ha già pianificato il giro degli ottantotto templi di Shikoku, un cammino di 45 giorni in Giappone…

Non ha la fede al dito, quindi lo immagino solo e felice, magari senza una moglie o dei figli da cui tornare ma con davanti un mondo intero dove andare, camminando piano insieme ad una specie di famiglia allargatissima incontrata e improvvisata ogni giorno sulla strada.

Non è una maniera meravigliosa di invecchiare ? Secondo me si.

Ecco, io la vorrei così, esattamente così, la mia vecchiaia.

Quindi se fra una ventina d’anni vi capiterà di incrociare per strada un’anzianotta un po’ sovrappeso zaino-dotata, che vi racconterà che se ne sta andando in giro per il mondo a piedi, stordendo di chiacchiere tutti quelli che incontra, siate gentili, e fermatevi ad ascoltarla con pazienza, e scambiate due parole con lei; magari accompagnatela per un tratto.

Quasi certamente sarò io, che cammino piano piano nel mondo, dilapidando la mia scarsa pensione in ostelli pulciosi e scarponcini da trekking. Avrò una bandana viola al posto del cappello a tesa larga, ma spero tanto di avere lo stesso sguardo luminoso che ho visto negli occhi del Viaggiatore di ieri.

 

 

6 thoughts on “Altri tipi di Viaggiat(t)ori

  1. Grande, gradissimo modo di vivere la vecchiaia !
    Se sono ancora vivo, mi passi a prendere: ho in garage ancora lo zaino da globetrotter di 40 anni fa, un Karrimor rosso col bastino. Due t shirt, un sacco a pelo e vengo giù in 5 minuti: il mondo ci aspetta.
    Acc… : come lo dico a mia moglie ?

    Anonimo SQ

  2. PS Anche oggi mia moglie mi ha rimbrottato perchè attacco discorso con tutti.
    Una volta mi ha detto che sembro una vecchia put…a che saluta tutti i clienti affezionati…

    Anonimo SQ

  3. che fico! anche io voglio invecchiare così!
    anche io sarò una vecchia sovrappeso zaino-dotata, ma molto taciturna azinchenò – e si curo mi farò gli 88 templi di Shikoku! non sono mai stata nello Shikoku! DEVIO andarci!!
    è questo che uno deve fare in pensione – fare cose belle e non riconglionirsi a casa di fronte alla tv – come i miei suoceri, che poi c’hanno il decadimento neurologico – te lo credo bene, che ti viene il decadimento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *