Friend with benefits

In un post precedente, credo di un 18 mesi fa, ho già avuto modo di dissertare abbondantemente sulla straordinaria giovialità degli irlandesi: quando li senti per telefono sono freddi come il ghiaccio che si ostinano a mettere nel Baileys e poi quando sei lì da loro di persona – un paio di settimane fa – ti invitano a cena, ti baciano ti abbracciano, ti fanno i pizzicotti sulle guance e soprattutto ti obbligano a bere 3-4 volte di fila il loro cocktail preferito, il  double baileys and brandy, che è un cocktail che funziona così: tu ordini 2 baileys e 1 brandy, poi quando arrivano i 3 bicchieri li butti tutti in uno solo (grosso), tirando fuori il ghiaccio con le dita. Poi cacci giù e intanto uno dei commensali a tavola con te ti dice ‘may God have mercy of you’.
E’ come bere 3 superalcolici uno in fila all’altro. Dato che nel mio caso il ciclo poi si  è ripetuto per tre volte potete immaginare come ero messa alla fine.. che poi lo fanno bere solo a me, non a tutti i commensali! Un po’ come dire: vediamo adesso la zia italiana qui come se la cava…

Intanto che centellinavo il mio bicchierozzo, mi è capitato – probabilmente per via dei fumi dell’alcol – di citare l’Ufficiale durante la conversazione, usando l’appellativo ‘my fiancé’.
Attimo di silenzio: ‘allora ti sposi?’ mi fa uno.
Ma no! ribatto io – siamo solo fidanzati.
Si – mi si fa notare – ma se dici ‘fiancé’ vuol dire che c’è una promessa di matrimonio!
No no – spiego io . mi son già sposata una volta, una basta.

Commento del tipo ‘definetely one is enough’.

Allora è il tuo partner ? mi domandano
Ma no! dico io, mica abbiamo la partita iva insieme!

Allora è il tuo lover! concludono
MA  NO! Lover no! Lover fa torbido, fa film anni 50 con Lana Turner, e il nostro invece è un rapporto sincero e luminoso!!

Attimo di silenzio.. tutti pensano… CE L’HO, fa il capo-ufficio-acquisti, con la lampadina accesa sopra la testa.

He’s a friend with benefits!

Pensare all’Ufficiale come a un friend with benefits mi fa letteralmente sganasciare dalle risate, mi rotolo per terra ragliando sgangheratamente, poi capisco di aver esagerato e mi ricompongo. Nel frattempo arriva il terzo giro di double baileys and brandy: ce lo porta un cameriere che è identico preciso a Bilbo Baggins, però più grosso e coi capelli lisci con uno spettacolare tirabaci sulla fronte.

Solo a vederlo scoppio a ridere come una vecchia ubriacona (…) e quando poi attacca a parlare con una voce nasale ed un accento incomprensibile riprendo a ragliare più forte di prima, ammesso che sia possibile.
Ancora un paio d’orette di business relations e poi via, a nanna! Per fortuna son venuti loro nel mio albergo, sicchè ho dovuto solo fare due piani con l’ascensore. Come ci salgo e parte mi vien da vomitare: strano, non ho mai sofferto di mal di lift! Eh bè, c’è sempre una prima volta, mi dico con la mano davanti alla bocca.

Mi sono trascinata fino alla mia camera, fortunatamente munita di bollitore, ho auvoto la forza di preparami  una tisana e mi sono sparata l’ultimo cocktail della serata, un triple geffer with carbonate, e poi, prima di crollare addormentata pancia sotto, ho pure trovato la forza di buttar giù due appunti sul pc, per non dimentarmi dei particolari importanti della serata.

….
Meno male che l’ho fatto, perchè il giorno dopo mi sono risvegliata con un mal di testa terrificante, e non mi ricordavo neanche il mio numero di scarpe, figuriamoci cosa avevo fatto la sera prima.
Gli appunti originali sono qui sotto: sono veri, non come quelli del diario di Bridget Jones, che è tutta finzione letteraria. Queste sono le righe che ho ritrovato, il giorno dopo, nelle bozze del mio pc:

…..
 .. 2 parti di baylesy e uno di brandy – 3 d fila son 9 cocktain standard uno dopo l’altro …

dico fiancé.. ti sposi ? no una volta basta
allora partner no fa commerciale, mica abbiamo un negozio insieme
allora lover no fa torbido

allora FRIEND WITH BENEFITS
ufficiale ormai bollato per sempre
rido come una scema
arriva un camerire che è sputato bilbo baggins, però però grande e col riposto
rido come una sscema
saluti
ragigunto a stento la camera
soffro di mal d’ascensore, perchè mi vien da vomitar tra la reception e il terzo piano
geffer
tisana meno male che l’ho portata
abbozzo il pot
vado a lsetto
vorrei fari legger l”igonale del post.. vi meeto queste dueriche che sono veritiere, ceredetici…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *