Finalmente !

..l’uomo della mia vita!!

Era ora! Dopo aver tante volte viaggiato compressa tra un manager in doppio petto che  compila una tabella excel e un’anziana coi capelli violetti di ritorno dalle cure termali, oggi è successo.
A bordo dell’aeromobile ho finalmente trovato già comodamente seduto nel sedile alla mia sinistra Alessandro:  un Maschio, SINGLE, giovane, bello, biondo con gli occhi azzurri, simpatico, carino, limpido. Puro di cuore, si vedeva subito. Intelligente, e molto!
Dopo pochi minuti dal decollo son bastate due mie parole: ‘ti annoi?’ ed è subito scattato un feeling.
Si, si annoiava…non vedeva l’ora che glielo chiedessi, ed è partito in quarta: mi ha – piacevolmente – stordito di chiacchiere. Mi ha raccontato tutto di lui, di quel che fa nella vita, di come passa le sue giornate, delle persone che incontra, dei suoi interessi, dei libri che sta leggendo, dei film che ha visto, dei suoi cibi preferiti… io, un po’ubriacata dalle sue parole e un po’ incantata dai suoi occhi, lo ascoltavo, lo guardavo.. ogni tanto gli facevo qualche domanda, per capire meglio con chi, veramente, avessi a che fare.
Mi ha raccontato che era il suo primo volo, da non credersi… sciolto e rilassato sfoggiava la dimestichezza al viaggio intercontinentale che neanche un pilota della Quantas dopo 70.000 ore di volo.
Un maschio perfetto. Mi sono innamorata. E anche lui – lo sento – prova qualcosa per me.
Certo, la differenza di età potrebbe essere un problema: suo padre mi guardava male mentre sfogliavamo insieme il libretto di Geronimo Stilton.
Eppure credo proprio che ci rivedremo: non mi ha restituito – di proposito! – il pennarello blu che gli ho prestato per colorare il mare e credo che lo userà come pretesto per ricontattarmi. Magari domani, quando torna da scuola. Sempre che non abbia da fare… sapete, la prima elementare è molto impegnativa. Anche se mi ha detto che nella pagella di dicembre aveva tutti 10! (ve l’ho detto, no, che è molto intelligente!)
Dovrò trovare il modo di stabilire un buon rapporto con sua madre: è più giovane di me, ma io sono molto più carina.. non vorrei si sentisse in competizione.
Comunque, Alessandro mi ha restituito la speranza nella vita.
Solo 6 anni, ma – ragazze! – che Uomo!

C’è sempre chi è messo peggio

Partenza per Parigi.
Recatami come al solito all’edicola dell’aerostazione, mi accingo a fare incetta di riviste gossip, settimane enigmistiche e libro di Camilleri per sollazzarmi in viaggio.
Sto per afferrare il solito Vanity Fair, ma poi la copertina di un’altra testata (‘A’) catalizza inesorabilmente la mia attenzione:
Ballando ballando ho dimenticato Johnny Depp
il titolone campeggia su un gradevolissimo primo piano di Vanessa Paradis (che per chi non lo sapesse è stata, tra le altre cose, anche la moglie di Johnny Depp. Che per chi non lo sapesse è l’uomo più sexi e bello del globo terracqueo. E credo anche non sia un cretino, ecco).
Dimenticare Johnny Depp. Johnny Depp.
…ma io non pensavo fosse umanamente possibile! Forse Vanessa Paradis è una cyborg.
Non me lo dimentico io, e non siamo neanche usciti insieme una volta per sbaglio !
Lo vedi che come ti guardi in giro c’è gente, tipo la Vanessa, messa molto ma molto peggio di te ? Cioè, di me, volevo dire.. eppure ballando ballando l’ha sistemato per bene nel dimenticatoio, il Johnny!
Bon, io appena torno da Parigi mi iscrivo a un corso di polka…