Arriva l’influenza !

Avete notato? c’è già un casino di gente a casa con l’influenza!! Commenti inerenti l’argomento:

 

 

         non sto tanto bene… ho mal di pancia, diarrea  e nausea E’ un virus! E’ in giro quest’anno prende così, pancia e stomaco. L’ha appena avuta mia sorella. Devi stare a casa, e prendere l’antibiotico.

         non mi sento benissimo… sento male  e dolori dappertutto E’ un virus! E’ in giro.. è l’influenza di quest’anno.. prende così: ossa rotte e niente febbre. L’ha avuta mio marito la settimana scorsa. Devi stare a casa, e prendere un ricostituente.

         sto maluccio.. ho una febbriciattola fastidiosa, un po’ di tosse e mal di gola    E’ un virus! E’ in giro, è l’influenza che c’è in giro adesso: mal di gola e febbre, mia zia se l’è tirata dietro una settimana! Devi stare a casa, e prendere lo sciroppo.

         Dio come sto male!! Ho la febbre a 40! E’ un virus ! E’ in giro, ce l’hanno tutti, è l’influenza del 2010! Febbre altissima per 3-4 giorni, e niente sintomi! L’ho avuta anche io fino all’altro ieri. Devi stare a casa, e prendere la tachipirina

        santo cielo, che mal di testa! E’ un virus! E’ in giro, l’ha detto anche il telegiornale, che questa influenza è brutta, si manifesta sotto forma di cefalea. Non preoccuparti: tre giorni e passa, basta che stai a casa e bevi molto te verde.  

         Sono preoccupata: ho grossi bubboni sotto le ascelle, sudo freddo, cago a spruzzo, tossisco ininterrottamente per 4-5 ore di fila, giro la testa a 180°, sanguino copiosamente dalle orecchie, vedo grosse farfalle nere davanti agli occhi, ho l’asma, la piorrea e herpes grossi come noci E’ un virus, è in giro, roba da niente! E’ l’influenza di quest’anno, basta che stai a casa e chiami un esorcista!

 

Io, in verità, l’influenza non l’ho ancora presa…Ma la verità è che è l’influenza, che prende te!

Ho un amico che…

Devo comprare un oggetto qualsiasi.. che ne so .. la televisione LCD (si, lo so.. ormai è obsoleta… ma io amavo il tubo catodico, va bene?? Ho resistito finchè non mi hanno oscurato Rete 4, subito prima della programmazione di Lie to me)

Come faccio? Semplice: vado da Mediaworld o Euronics o da EnnioElettrodomestici – Tutto per la Casa e il Giardino e – serena -effettuo il mio acquisto.

Soddisfatta, torno a casa e provvedo ad installare l’importante elettrodomestico fronte-divano e poi me ne vanto con chicchessia ‘Uei! Ho comprato un nuovo televisore  lcd! ‘ A chi mi domanda rispondo contenta ‘Era in offerta!! L’ho pagato solo xxx euro !’

 

Immediatamente è  tutto un fiorire di ‘eh, ma guarda… l’ho comprato anche io! Però a led, sai ormai gli lcd… e siccome ho un amico che lavora da Ennio io l’ho pagato XXX/3 euro. 48 pollici eh!

 

Io rimango lì come quella della mascherpa .. ma come !  Allora io sono sfigata…Ma no, dai! Sarà un caso…

 

E invece..

 

Devo cambiare la macchina: son tentata di rivolgermi ad un mio cugino di terzo grado che, grazie a conoscenze altolocate in Fiat, mi ha resa edotta di aver recentissimamente acquisito una Croma con le maniglie d’oro zecchino pagandola quanto mezza Panda. Vernice metallizzata color caviale, fari fendinebbia e zerbini di cachemire omaggio.

 

E ancora…

 

Ho un amico che piange miseria nera ogni volta che lo incrocio: non possiede denaro neanche per comprarsi il pane e il latte, e fa colazione con muschi e radici e licheni, per far la spesa usa il baratto. Non esce mai, non ha la macchina, ha le scarpe bucate e le toppe ai gomiti di una logora giacca di tweed comprata a Portobello Road nel ’75. ‘Vediamoci giovedì per un aperitivo, pago io !’ propongo generosa.

Lui controlla la sua agenda tramite un  ipad nuovo di pacca …’sai, un mio amico è andato a New York e me lo sono fatto comprare là, che costa meno. Poi lui è amicissimo di un importatore della Quinta Avenue, praticamente tornando mi ha portato l’ipad e 10 dollari insovrappiù’.

 

E per finire…

La sorella del meccanico di un collega di un amico dell’Ufficiale conosce uno di Valenza Po (produzione oreficeria e affini) che riesce a farti avere un diamante cabochon da 10 carati e mezzo al prezzo di costo! Praticamente re-ga-la-to! Montatura compresa, eh!

Ma niente, l’Ufficiale dice che i diamanti non sono prodotti eticamente corretti, e non vuol saperne di concludere l’affare… ma volendo…

Ma com’è, mi dico, che io, invece, pur annoverando innumerevoli amici – solo su face book ne ho più di 400! – e un ampia gamma di parenti vari non ne ho uno che uno che mi proponga strepitosi affari economicamente super vantaggiosi quando io ne manifesto il bisogno ?? Com’è che io se cerco l’idraulico apro le pagine gialle e punto il dito a caso, pagandolo sulla base dei tariffari di categoria + iva 20%??  

 

E soprattutto: com’è che invece il resto del mondo – apparentemente – no???

 

C’è tantissimo da non dormirci la notte…

Voi – per esempio – come fate quando dovete comprare lo scooter?

Teenager!

Sono una madre più degenere del solito: ho fatto passare sotto silenzio il compleanno dell’Infanta! Che oltre tutto diventa ufficialmente TEENAGER! Cioè entra in quel periodo della vita dove – rubando l’idea ad un amico psicologo – non c’è campo. Cioè noi genitori tentiamo disperatamente di comunicare con questi spilungoni brufolosi che ci girano per casa, ma il dialogo non prende, non ci si capisce insomma…

Diciamo che io sono abbastanza fortunata, e per il momento ho ancora un paio di tacche…

 

Cose che fanno le teenager (o almeno: che fa l’Infanta Teenager):

         telefonano

         messaggiano le loro best

         passano ore e ore su facebook e/o msn

         fotografano

         si fotografano (macchina fotografica o cellulare nella mano destra, che punta dall’alto, faccia a tre quarti, sguardo assassino)

         si fanno la doccia ogni 3-4 ore

         si pettinano

         si lavano i capelli ogni 3-4 ore

         usano lo sciampo come venisse fuori direttamente dal rubinetto di casa

         si piastrano i capelli (se mossi, se no li arricciano)

         si pettinano

         lasciano roba per terra (borsa dei libri, vestiti, scarpe, calze, mollette, capelli.. tantissimi capelli)

         vanno a scuola

         mangiano tantissimo

         si pettinano

         sentono la musica sul cellulare

         si truccano (coi MIEI trucchi)

         guardano mtv

–     si innamorano dei compagni di scuola, al ritmo di una volta alla settimana

         passano ore e ore ad abbinare i vestiti

         si pettinano

         chiedono tante coccole la sera sul divano davanti a x factor

 

 

… che c’avrai anche 13 anni, cara la mia Infanta, ma quando fai gli occhioni da bambi è sempre come se ne avessi tre….

 

La tua Mater

 

 

 

 

 

Se qualche volta tenessi chiusa la mia boccaccia…

Ore 19.20. Mi reco in una pizzeria adiacente la termoionofabbrica onde saldare il conto di certi clienti che hanno ivi pranzato a mezzodì a spese nostre. 

Mentre son lì che attendo la redazione della fattura, un avventore alla mia destra effettua un’ordinazione da asporto e dice:

‘Quaranta! Venti verdure senza peperone e venti quattro formaggi’

Io assai mi meraviglio, e faccio delle congetture, e formulo delle ipotesi: 

         sarà uno ghiottissimo di pizza (congettura alla quale fatico a dare concretezza, basandomi sul fatto – evidentemente troppo soggettivo –  che a me la pizza non piace tanto, e faccio fatica a finirne una)

         sarà uno che ha un bar e deve farci l’happy hour per tutti i clienti (ma sono già quasi le sette e mezza.. ora che le ritira tutte e 40 e le trancia a pezzettini..mah..)

         saranno per un oratorio, o per un gruppo di amici, o per una casa di riposo (ma allora perché solo quei due gusti lì? Se fosse la casa riposo almeno una al semolino dovrebbe esserci, no?)

         sarà uno che ha una pizzeria anche lui, ma ha finito la legna per il forno (ma allora perché non c’è neanche una margherita e neanche un calzone, che si sa che sono le cose che vanno di più?)

Insomma: un po’ per far conversazione ma soprattutto nella speranza di ottenere ulteriori informazioni e chiarire l’enigma sparo lì una battuta e-si-la-ran-te:

‘famiglia numerosa, eh?’

 

Il tipo non ride neanche un po’, mi guarda neanche fossi una povera mentecatta (col senno di poi mi dico: poteva guardarmi anche peggio, và) e risponde un po’ seccato:

‘veramente siamo in due..poi c’è la partita…ah, una birretta, grazie!’ (non la chiede a me, la birretta, ma alla cameriera, credo soprattutto per interrompere la conversazione inutile)

 

Mentre mi interrogo sulla risposta che non mi ha chiarito un bel niente, giro la testa di un 45 gradi verso il bancone del pizzaiolo, che sta testè terminando un manufatto a base di pasta di pane, pomodoro, mozzarella (pizza) di forma non tondeggiante, bensì oblunga e tendente al rettangolare, realizzando – con raccapriccio – in quel preciso momento che la pizzeria in cui mi trovo è di quelle che fa la pizza A METRO.

 

E quindi il tipo ha ordinato 40 CENTIMETRI di pizza

 

DI CUI

 

20 CENTIMETRI  gusto verdure senza peperone

 

E

 

20 CENTIMETRI gusto quattro formaggi

 

 

bella battuta del cazzo…

… bella figura di merda…

 

Dovere di cronaca

Non è che l’Infanta non avesse chiaro il concetto ‘la Mater desidera il profumo Escale à Portofino (di Christian Dior – vedi post precedente): ce l’aveva chiaro anche troppo, da quel dì, quando, girellando nei duty free per ammazzare il tempo  durante 12 interminabili ore di scalo in un aeroporto piazzato nel bel mezzo del deserto, supportava il piano diabolico dell’Ufficiale di farmene dono per il mio genetliaco (formato jéroboam).

Ed è così che ha provveduto a demolire metodicamente i miei reiterati tentativi di acquisto nelle ultime due settimane: ma no Mater, costa un capitale !  ma no Mater: sa di repellente per insetti! ma no Mater! La ChristianDior ricicla il denaro sporco dei narcotrafficanti!! E via così…il tutto con la regia occulta dell’Ufficiale, che la manovrava da lontano via auricolare, come Ambra e Boncompagni a Non è la rai!

Insomma: ce l’ha fatta, non me lo sono comprato! Ma ogni volta le dicevo: vabè Infanta, ho capito, non lo compro! Però almeno cerca di far intendere alla SuperZia che mi farebbe piacere! Tanto un regalo me lo fa comunque, no? L’Infanta annuiva, e intanto messaggiava la zia ‘tutto quel che vuoi, ma NON comprarle un profumo!!’

E intanto ingenti quantitativi di Escale à Portofino giacevano stoccati nel reparto ‘Cadeaux – scaffale p’ (Parfum – eau de)  dell’Ufficialesco guardaroba in attesa del momento propizio a venirmi consegnati brevi manu con accompagnamento musicale idoneo (tanti auguri a teeeeeeeeee). Cioè ieri.

 

Eeeehhh, son soddisfazioni!

 

        

P.S Ma ve ‘ho raccontato come si è presentato a Malpensa l’Ufficiale alla partenza per la vacanza asiatica very wild? Con la samsonite. Quella rigida.

Io e l’Infanta avevamo logori zaini Quechua da 60 litri cadauna, con stipato dentro l’inverosimile, e le scarpe da ginnastica attaccate fuori penzoloni. Lui la samsonite rigida con dentro il frac.

Quando si arrivava in una camera d’albergo, noi femmine esplodevamo il contenuto degli zaini all’esterno in (dis)ordine sparso, occupando il pavimento per il 93% della superficie utile, mentre lui appendeva i calzoni di lino (perfettamente stirati) nell’armadio, e sistemava le magliette nei cassetti, ordinate per nuance di colore. Anche se stavamo lì un giorno e mezzo, eh! Poi noi a cena ci presentavamo agghindate con stracci macchiati e  stropicciati, lui invece arrivava con camicie immacolate e inamidate,  ai polsi due gemelli vintage anni 40, papillon e binocolo da teatro: praticamente lui sembrava un sultano e noi le sue serve…

 

Buon compleanno, Barbie!

Si sa che non amo festeggiare il mio genetliaco. Si sa che ogni anno che passa ne aggiunge uno ai molti che già mi trovo sul groppone, ed è sempre più difficile sostenere la tesi del ‘ne ho 28 compiuti’ senza vedere sopracciglia che si alzano sorprese, o risolini trattenuti a fatica.

Si sa – o si dovrebbe sapere – cosa mi piace e cosa no, anche in virtù di quel  che ho pubblicato lo scorso anno e che potete vedere qui http://viaggiattrice.splinder.com/post/21226041/del-non-festeggiare-il-compleanno (che se magari imparassi a fare i link come si deve…)

Fatto sta che comunque, alla fin fine quest’anno:

          ho ricevuto via sms gli auguri dell’Ufficiale, primo classificato per tempismo (ore 00.08). Festeggiamenti rimandati a data da destinarsi, cause concomitanti che impediscono il reciproco congiungimento carnale

          ho ricevuto gli auguri del mio agente olandese (embé? evidentemente mi vuole bene! Oppure apprezza enormemente la qualità delle valvole serie HR 567, quelle con la ghigliottina elettronica, per intenderci.. avete presente, no?), secondo classificato per tempismo (ore 7.00. Era già in ufficio da tre quarti d’ora). Da notare che io ho totalmente dimenticato il suo, di compleanno. Era l’altro ieri…

          ho ricevuto in dono un cruciverba gigante, formato 150×100, dono dell’Infanta. Oltre 4.000 definizioni!  L’Infanta lo sa, che mi piacciono le parole crociate, e anche che mi piace trovare il regalo appena alzata sul tavolo della cucina;  così ha nottetempo sistemato l’oggetto, con biglietto d’auguri da lei medesima decorato con fiorelloni colorati! Ah, Infanta adorata… come non pensare a tutte le volte che, nottetempo, io simulavo l’arrivo di Babbo Natale seminando briciole di biscotti sotto il camino mentre TU te la dormivi della grossa?

          udite udite: mi sono vista recapitare direttamente sulla scrivania (ho dovuto far spazio tra le campionature di membrane filtranti delle termo valvole) una deliziosa pianta fiorita, accompagnata da un buono Feltrinelli di ragguardevole valore!! (evidentemente l’Infanta non è riuscita a far passare il messaggio ‘la Mater vuole comprarsi  Escale à Portofino di Christian Dior’…), cadeau multiparentale  di provenienza  SuperZiesca + Nonna Sprint + CognatoContadino + Nipotastra = La Famiglia!  Al di là della gradevolezza del dono (che mi permetterà di acquistare libri a sacchi per i prossimi 10 anni) ho particolarmente apprezzato l’attenzione della SuperZia (è lei la mente architettatrice)  al fatto che a me piace ricevere il regalo per il mio compleanno proprio il giorno del mio compleanno, possibilmente in mattinata. Se l’è sognato stanotte, pensate!! Potenza di un post vecchio di un anno …e probabilmente del legame di sangue, anche! Mi son venuti i lacrimoni!

          mi arrivano a raffica mail e sms, di auguri, per tacer di face book…

… e sono solo le 10.05 !!