2010: i buoni propositi

Primo: smettere di vomitare. Credo complici le due dozzine di ostriche che hanno allietato la serata di capodanno mia e dell’Ufficiale, ho passato le ultime 36 ore a vomitare tipo idrante. Il ‘momito’ (come diceva l’Infanta da piccola, distinguendosi da tutti gli altri bambini che di solito dicono ‘gòmito’ o al limite ‘wuomito’) mi sta passando ora, e siamo già al tre gennaio…

Secondo: smettere di entrare compulsivamente h24 nel blog per vedere se ci sono nuovi commenti. Intanto, è un gesto eticamente scorretto, perchè falsifica la statistica (il 50% delle visite sono io…) e poi chi entra entra, no? …scusate mi assento un attimo..

Terzo: questo me l’ha suggerito l’Ufficiale durante la cena di fine anno. Eravamo lì a guardarci negli occhi sorseggiando champagne e ci siamo detti: ‘un anno memorabile, eh?
Già – commenta l’Ufficiale – però ogni giorno dovremmo pensare a una cosa, anche piccola, che ci possa far dire ‘che giornata memorabile’.
Il mio terzo – e ultimo – proposito è questo: trovare per tutti i 365 giorni del 2010 (tolleranza +/- 20%) un motivo, anche risibile, che li renda memorabili. Ho iniziato subito, scrivendoli a mano sulla mia nuova moleskine 2010:
1 gennaio: memorabile perchè ho scoperto che all’Ufficiale non piace il petto d’anatra
2 gennaio: memorabile perchè non ho mai vomitato così tanto in vita mia

Conto di proseguire con un ‘memorabile perchè’ ogni giorno… vediamo quanto dura…

16 thoughts on “2010: i buoni propositi

  1. qualche anno fa mi capitò di star male con una serata a mangiare frutti di mare, cozze e cose simili. Alla fine ci misi 3 mesi a rimettermi del tutto, e spesi in medicine più del ristorante! 
    buon anno

  2. Anche la cugina della toscana vomita dalla sera di capodanno..è un virus, non le ostriche!
    Pensa in positivo..c’è chi fa la settimana disintossicante, tu pure!
    Sarai tutta pulita dentro e più bella fuori!

  3. cara la regina della corrosione,
    dopo la lettura di questo post scivoloso, forse a causa del vomito, avrei 2 domande da porti:
    1) le due dozzine di ostriche le hai mangiaate tutte tu o le hai condivise con il generale (meglio abbondare).
    2) in quale modo avresti potuto scrivere sulla moleskine, se non a mano?
    riguardati che la befana è in arrivo.

  4. Tempo fa anche io decisi di trovare ogni giorno una cosa nuova che mi piacesse, in modo da ricordare quella giornata! Ma il proposito è miseramente fallito in meno di una settimana, forse perchè la maggior parte delle volte me ne dimenticavo. Oppure perchè le giornate erano state talmente brutte e faticose da non riservarmi (apparentemente) alcun momento memorabile! :D

  5. questo post è memorabile!
    almeno io ci sto ancora ridendo sopra, ecco. forse è ancora l’alcol di capodanno, boh.

    oggi mi sento particolarmente chiara, concisa, brillante, anzichenò

  6. Il fatto che rende memorabile ogni mia giornata è che riesca a sopravvivere nonostante il Toto (poi magari leggerete di me sul giornale quale ennesima moglie sparata accoltellata eccetera ma per ora ancora campo).
    Quanto alla tua gentile offerta di prestito ufficialesco ti ringrazio per il gentile pensiero ma se esco viva dalla storia col Toto io gli uomini non li voglio più vedere manco in cartolina ;)
    Leela

  7. Con me il giochino si sarebbe fermato al 1° di gennaio, lo so, mi conosco.. in queste cose sono più inaffidabile che in tutto il resto. Per esempio compro sempre moleskine e cose simili, nell’intento di mettere nero su bianco emozioni e cose simili, ma non funziona che per qualche giorno, quando mi annoio di appuntare e mi limito a pensare.. Poi pensare non mi basta più e allora ricompro una moleskine per mettere nero su bianco emozioni e cose simili, e il circolo vizio di una viziata riprende.
    Mah.

  8. 1 gennaio: memorabile per un pranzo perfetto

    2 gennaio: memorabile per A Christmas Carol

    3 gennaio: memorabile per un pomeriggio come ai vecchi tempi

    4 gennaio: memorabile per la scommessa con Stephen

    5 gennaio…??? intanto, la ‘povna risalità su di un treno, e poi si vedrà

  9. Mi dolgo per le sue esternazioni gastriche il primo dell’anno. Però dovrebbe sapere che alla terza ostrica senza trovar perle, il piatto va abbandonato immediatamente. Non  si confà, assolutamente.
    Quotidianamente troviamo qualcosa che fa unico ed irripetibile il giorno trascorso.
    E’ l’occhio attento e vigile che a volte falla e noi pensiamo banalmente che anche oggi é andata, dimenticando quel particolare che rende brillanti  le ore consunte a vivere.
    Mi accorsi che il blog era dovere. Lo sto riscoprendo come piacere.
    Omaggi mia cara ed auguri di un profiquo anno 2010.
    Li estenda all’Infanta e come sempre al di Lei Gentiluomo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *